Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
25 Nov

una mostra............di traverso

Publié par pat54  - Catégories :  #Mostre-incontri-

Vi domanderte cosa vuol dire un titolo così ed ora ve lo spiego.

Come tutte le volte che c'è un evento organizzato dall'Associazione italiana del Punto croce  se me lo permette la distanza e il tempo a disposizione mi reco a vedere la mostra , certa che mai resterò delusa tale è la profusione di lavori orginali, ben  ricamati , alle volte addirittura opera di creazioni personali ed in ogni caso sempre frutto di ricerche e di studio.

E come tutte le volte parto armata di macchina fotografica per immortalare tali capolavori, come del resto mi succede di fare ogni qualvolta visito una mostra di punto croce.

Il mio scatto fotografico, ben lungi dall'essere "professionale" è comunque il mio "occhio" ed è il risultato del mio stato d'animo del momento........spesso riprende anche degli insiemi, altre volte dei particolari che mi colpiscono per i colori, altre volte ancora degli scorci che mi regalano poi , nell'intimità della mia casa le stesse emozioni provate al momento della visita.

Ed ecco la nota dolente; domenica siamo andate a vedere la mostra biennale che si sta tenendo a Reggio Emilia, per l'appunto organizzata dall' AIPC, e della quale vi avevo parlato in quest' articolo ; sempre armate delle nostre macchinette fotografiche, e ben consce che non avremmo mai pubblicato dette fotografie prima che la mostra non fosse terminata, per non rovinare tutto il lavoro delle organizzatrici.

Purtroppo siamo state bruscamente riprese che non DOVEVAMO fare alcuna fotografia (in ogni caso non c'era nessun cartello che avvisava di ciò se non quello che rammentava di non pubblicare - per favore- le fotografie se non a mostra conclusa) perchè l'associazione aveva organizzato l'emissione di un CD a pagamento , riproducente tutta la mostra a scopo di sovvenzione dell'associazione stessa.

Ma visto che l'associazione necessita di finanziamenti a questo punto sarebbe stato carino nei confronti di chi comunque voleva scattare le proprie fotografie, spiegare le motivazioni e offrire la possibilità di fotografare pagando un contributo. Io ad esempio avrei accettato, pur di andarmene via con i miei scatti personali.

Io infatti mai comprerò tale CD, ma nemmeno se fossero scatti di Helmut Newton, perchè non mi interessa una monografia (le detesto e non le acquisto mai nemmeno nei musei per le opere importanti), e come ho detto più sopra mi interessa immortalare il momento così come IO lo vedo e non come viene interpretato da altri.

Ecco qui espressa la mia amarezza, ed ecco perchè la mostra, pur sempre molto bella e ben allestita, mi è andata di traverso ed infine ecco perchè per la prima volta da quando  visito queste mostre, non ho più effettuato un secondo giro, non ho acquistato nulla , nemmeno il catalogo e non ho nemmeno firmato il libro dei ricordi.



Commenter cet article

francesca 19/12/2008 09:29

Ciao. Sono Francesca della delegazione di Milano dell'AIPC, associazione cui appartengo da quest'anno. Mi dispiace leggere commenti così malevoli.

pat 54 21/12/2008 09:49


ciao Francesca,
innanzi tutto grazie per la visita e poi alcune precisazioni in coda al tuo post che ho volutamente aspettato a pubblicare perchè non ero certa potesse scatenare delle polemiche (cosa che eviterò
chiudendo la possibilità di replicare a qest'articolo).
1- commenti malevoli non ne ho proprio nè fatti nè pubblicati proprio perchè non amo le polemiche o gli insulti più o meno velati.
2 - il mio pensiero, condiviso da molti, scaturisce anche dal fatto che , facendo parte del popolo web fin dal lontano 1997, so che quest'associazione, le sue mostre e le sue attività, come del
resto quelle di tante altre associazioni/club, hanno avuto risonanza e pubblicità proprio grazie alle foto pubblicate da tante di noi (più o meno ben fatte questo è un altro discorso), foto che
esprimevano i sentimenti di meraviglia e stupore di fronte a questi magnifici lavori.
Altro discorso sarebbe se la mostra non fosse mostra, ma mostra/mercato dove i lavori "nuovi" di creatrici possono essere plagiati a fini commerciali.
3- se chi miconosce, che sa che ho fatto parte dell'Aipc fin dal lontano anno in cui la delegazione di Milano allestì la mostra "i giardini di marzo", pensa che io non sia più socia per
contestazione verso l'Aipc stessa, sbaglia di grosso; ho deciso di non farne più parte semplicemente perchè capisco che l'Aipc non riesce più a darmi ciò che mi aspetto e cioè "senso di
appartenenza", "novità tramite giornalino" e perchè le discussioni nate in seno ad essa, cui io sono completamente estranea e che mi toccano solo di sfuggita, sono troppo ripetute per piacermi; la
mia idea di "associazione" in senso lato è completamente diversa.
4- detto quanto sopra, ognuno è libero di pensarla e di esprimere il proprio pensiero come vuole; nulla mi vieterà di tornare a vedere la mostra in futuro (ci sono sempre dei lavori veramente
belli) , ma vista la strada che mi devo sorbire, telefonerò prima per sapere se si può fotografare o meno.Se non si potrà me ne starò tranquillamente a casa.

E CON QUESTO DICHIARO CHIUSA LA DISCUSSIONE OND EVITARE QUALSIASI POLEMICA.Chi vuole può scrivermi direttamente in privato.


carmen 02/12/2008 09:55

Avrei dovuto fare i salti mortali per riuscire ad andarci, ma visto che la cosa e' andata cosi' mi spiace un pochino meno averla saltata, peccato perche' veramente le persone si aspettavano altro e loro avrebbero fatto sicuramente piu' bella figura.
ciao Carmen

Karin 01/12/2008 16:40

ciao, mi spiace che la mostra sia andata così male, è un peccato...
Grazie x il tuo commento al blog....Certo che abbiamo scelto un divano intonato al gatto!

daniela reverberi 01/12/2008 12:20

cara Patrizia, sono Daniela Reverberi di Reggio Emilia, socia dell'AICP da due anni e lettrice del tuo blog... ti confesso che già  leggendo il titolo del tuo intervento mi è venuto un tuffo al cuore... ero passata per vedere se eri riuscita a vedere la mostra ed ho letto quello che ti è successo, mi dispiace davvero tanto e capisco il tuo disappunto, anche io approfitto spesso delle foto che tu metti on line per "visitare" mostre, ma le nostre capo delegazione così hanno deciso ed anche noi abbiamo rispettato questa decisione dovuta al reperimento di fondi per autofinanziamento... e ti garantisco che le spese sono tante.
fare parte di questa associazione mi rende molto orgogliosa, in due anni ho imparato tanto ed ho trovato tante persone speciali e appassionate di ricamo , della vita e dello stare insieme ... a ricamare oppure solo a chiacchierare....
ti leggerò con tanto piacere
un salutone
daniela
 

puntocroce 28/11/2008 18:56

Ciao Patti, sono perfettamente d'accordo con te! anche io non avrei mai comprato il Cd!!! ma per favore!!! Hanno di certo trovato un sistema per deludere i vivistatori, a mio parere!
Un abbraccio, ciao
Maria Rosa

pat54 29/11/2008 10:11



cara Maria Rosa ,


grazie per la tua solita visita e per le parole consolatorie.


Oggi vado a vedere una piccola mostra di amiche a Bareggio; è una mostra sempre deliziosa e so che lì non avrò nessun problema a scattar foto ; o almeno lo spero. Vi farò sicuramente il
reportage



Agnese 28/11/2008 16:05

Ciao Pat,sono passata nel blog per lasciarti un saluto! mi ha fatto piacere rivederti a Milano... e ho scoperto che sei stata a Reggio.. uffi.. io ci sono andata solina soletta il giorno dell'inaugurazione (sabato) ma l'avrei visitata volentieri in compagnia! sara' per la prossima volta spero!

pat54 29/11/2008 10:12



Mi spiace che tu ci sia andata sola soletta, avremmo potuto far "auto completa" tutte insieme.
Alla prossima


pat



dindi 28/11/2008 11:41

beh...si! Sei molto saggia.ciao ciao

Fe 28/11/2008 09:15

Tanto per fare un esempio. Domenica arrivamo alla mostra, ore 12 circa. DEcido di farmi prima una carrellata fotografica, tanto poi sappiamo che dopo pranzo ci torniamo per lustrarci meglio gli occhi.
Bene, dopo 45 minuti e ben NOVANTASETTE foto.... mi si avvisa che non si "potrebbe" fotografare.
NOVANTASETTE FOTO, e mi mancavano ancora una sala e mezzo.
Sapete quando ho scaricato le foto dalla digitale? ieri sera, giovedì.
Più ci penso e più mi perplimo... vabbè, pazienza.

dindi 27/11/2008 18:21

beh su questo non sono d'accordo. un conto è VEDERE dal vivo e un conto vedere su internet. noi appassionate i km ce li macineremmo ugualmente, anche per fare 2 chiacchiere con altre appassionate. In caso di lontananza estrema, invece, viva le foto fatte da altre! ciao dindi

pat54 27/11/2008 21:23



sì hai ragione sul vedere dal vero, ma tra il vedere dal vero con piacere e il vedere dal vero con dispiacere preferisco la terza via , non ti pare?


pat



Donatella 27/11/2008 07:47

Dai consolati... è triste ma è proprio così! Viva i blog.
Comunque se passerai dalle parti di Bologna del 1 al 10 maggio 2009 troverai la mostra che organizziamo ogni 2 anni con alcune amiche, non siamo un'associazione, ma solo 5 amiche che aminamo il bello. Non sarà solo di punto croce ma di ricamo in generale. Potrai fotografare senza nessuna limitazione . Ci sarà un piccolo mercatino a sostegno di una scuola che sponsorizziamo in Africa, ma tutto sarà veramente molto libero... nessun prezzo per entrare e nessu obbligo... questa è la mia idea di libertà!!!
ciao
Donatella

pat54 27/11/2008 21:21



grazie anche a te e mi raccomando fammi un remember per la vostra mostra un po' prima in modo che la pubblicizzi e se potrò, verrò ben volentieri  visitarla.


Sono diventata cross-stich addict ma amo tutto il ricamo e in passato ho ricamato anche con i punti classici di base


pat



Grazia 26/11/2008 23:32

Ho sempre creduto al fatto che l'elasticita' mentale fosse un dote importante, peccato che non la possiedano tutti.....
Mi trovi d'accordo Pat...quando ce vo' ce vo'!!!!
Grazia

pat54 27/11/2008 21:22



grazie cara per il sostegno morale e a presto


pat



Donatella 26/11/2008 18:38

Mi trovi perfettamente in linea con il tuo pensiero! Anche io non digerisco di dover vedere le cose con occhi di altri... ho i miei, ho le mie sensazioni! Oramai sono veramente poche le mostre e le fiere che lasciano scattare foto per fermare i tuoi ricordi e le tue sensazioni personali...
Ciao
Donatella

pat54 26/11/2008 21:27



cara Donatella,


vorrà dire che noi amanti del fissar con l'obbiettivo i momenti salienti di un evento, ci rassegneremo a fotografare la natura, le persone e i nostri lavori e quelle delle nostre amiche......


sarà per questo che fioriscono così tanti blog con fotografie magnifiche?


ma pensate un po'.........se tutto finisse in Internet quali mostre potrebbero a questo punto organizzare queste signore? che senso avrebbe macinare chilometri quando stando comodamente a casa si
potrebbero vedere comunque delle meraviglie?


pat



dindi 26/11/2008 12:15

purtroppo devo dire che l'unica volta che sono andata a Reggio a vedere una mostra, mi sono trovata anche io molto male. Quelle signore se la tirano un po' troppo. Bene ha fatto il gruppo di Milano a staccarsi da loro: tutta un'altra signorilità! e poi....queste, come del resto quelle di Bassano, se raccolgono fondi lo fanno per beneficienza e non per sostenersi!!  Ti capisco e condivido

pat54 26/11/2008 21:24



non vorrei innescare una polemica senza fine.......e rischiare di offendere qualcuno.


Io penso comunque che in tutti i gruppi ci possano essere persone con maggior capacità di comunicazione rispetto ad altre, altre ancora con una maggior sensibilità ed un maggior tatto, ed altre
ancora che non hanno bisogno di apparire per essere mentre altre sentono la necessità di sottolineare sè stesse per affermare il proprio io.


Ma come ho detto la cosa che mi ha amareggiato è stato l'avermi impedito di far foto e non avermi minimamente proposto di farle dietro il mio "contributo" in denaro visto che evidentemente
l'associazione ha necessità di contributi e non riesce a trovare altri modi per sovvenzionarsi. E questo indipendentemente dalla mia personale opinione su questo tipo di raccolta fondi.


ciao


pat



Paola 26/11/2008 09:29

e lo credo che ti è andata per traverso, sarebbe successo lo stesso a me!!!

pat54 26/11/2008 21:15



grazie Paola per la comprensione............e chissà quante altre persone come noi saranno rimaste deluse e amareggiate.........ma tant'è ormai "cosa fatta capo ha...."


spero comunque di trovare altre mostre (e quella di Bareggio penso sia proprio una di quelle) che mi entusiasmeranno e mi faranno tornare la voglia di fotografare e a Fè quella di ricamare


pat



Fe 26/11/2008 08:51

Delusione anche da parte mia, molta delusione.
Avrei dato anche 10 euri, ma con le MIE foto, i MIEI particolari.
Ti ricordi Pat quando tornavo a casa da questa mostra che voglia di ricamare avevo? bèh.. son 5 mesi che non tocco un AGO e una TELA. Speravo che questa mostra mi instillasse un po di voglia...
No. Sono arrivata a casa e come mio solito ... ho letto un libro.

pat54 26/11/2008 21:14



mi spiace Fè, ma avremo sicuramente tante altre mostre che ci invoglieranno a ricamare, dopo averle ammirate e fotografate.


Certo che a questo punto la fatica e il viaggio (nonchè il relativo costo) non hanno la contropartita se non nella piacevole compagnia delle compagne di viaggio


pat



Archives

À propos

si parla di crocette,di incontri, di viaggi e di esperienze